Guida pratica su cosa mangiare a Taiwan – Parte 2


Asia, Mappamondo, Taiwan / lunedì, ottobre 22nd, 2018

Viaggiare e mangiare dovrebbero essere sinonimi secondo noi! In fondo, se ci pensi, un viaggio non è davvero completo se non si assaggiano i piatti tipici del luogo che si visita. La pizza in Italia, i formaggi in Francia, le tapas in Spagna, gli hamburger in America…e in Asia? O meglio: e in Taiwan?

Non c’è uomo che non possa bere o mangiare, ma sono in pochi in grado di capire che cosa abbia sapore. (Confucio)

Eccoci al secondo appuntamento con il cibo taiwanese (trovi il primo capitolo QUI)! Ricominciamo con la nostra Guida pratica su cosa mangiare a Taiwan!


GUIDA PRATICA SU COSA MANGIARE A TAIWAN – PARTE 2

  • HOT POT

 

Questo, più che un piatto, è un modo di cucinare molto diffuso in Taiwan. Riconosci subito un ristorante dove si mangia hot pot perché sui tavoli ci sono dei fornelletti (a gas o a induzione) che servono per cucinare la tua cena. Tutto ciò che devi fare è scegliere il gusto della zuppa che più ti piace: di pollo, di maiale, di soia, di zucca, di latte, di funghi, piccante, vegetariana…ce ne sono milioni! La zuppa ti sarà servita in una ciotola che sarà posizionata direttamente sul fornelletto acceso. Insieme alla ciotola, ti porteranno tantissimi pezzi di cibo crudo che andranno immersi nel brodo per la cottura: fettine di carne, polpette di pesce, verdura, uova, tofu, funghi e stuzzichini vari.
Buonissimo! Provare per credere!

Cosa aspettarsi: un fornelletto, una ciotola di zuppa da rimboccare di tanto in tanto (quando il livello cala eccessivamente per l’evaporazione), pezzi di tanti cibi diversi da cuocere, un cucchiaio e le bacchette.

  • TRIANGOLINI DI RISO (ONIGIRI)

Photo credit: Google Immagini

Ora ti parliamo di una cosa di cui non possiamo più fare a meno e che ci ha salvato tanti pranzi e tante merende: il triangolino di riso! L’origine di questo snack è giapponese, è vero, ma è super diffuso in tutta l’Asia grazie anche ai convenience store come 7-Eleven o Family Mart (mini-market sempre aperti in cui comprare beni di prima necessità e d’emergenza, comprese le mutande).
Puoi trovare i triangolini ripieni di tonno, di aragosta, di carne, di uovo e altro.

Cosa aspettarsi: un triangolo di riso ripieno di uno degli alimenti citati sopra e avvolto nell’alga nori; il tutto è poi chiuso in un pacchettino di plastica che si apre in modo semplicissimo, basta seguire i numeri posti sui vertici dei triangolo.

  • SHAVED ICE

Incredibile a dirsi ma la base di questo dolce è il ghiaccio! Non chiederci come sia realizzato esattamente; possiamo solo dirvi che i taiwanesi prendono del ghiaccio e l’ingrediente base che scegli (nel caso della foto, il mango) e buttano tutto dentro una macchina che grattugia il ghiaccio rendendolo soffice e cremoso! È difficilissimo da spiegare con le parole: devi solo assaggiarlo! Noi l’abbiamo provato al mango, al cioccolato e corn-flakes, alla guava e al melone.
Attenzione alle versioni meno occidentali. Essendo un dolce inventato in Asia, è molto più facile trovarlo condito con fagioli rossi, gelatina, taro e sfere di tapioca. Abbiamo provato anche questa versione, con il seguente risultato: Chiara l’ha apprezzato, Giulia ha mangiato dei cioccolatini!

Cosa aspettarsi: una bowl di shaved ice ricoperto da gelato e/o frutta fresca e un po’ di crema di latte alla vaniglia (servita a parte).

  • STINKY TOFU

Photo credit: Google Immagini

Lo diciamo subito: non abbiamo ancora assaggiato lo stinky tofu e non credo che riusciremo a farlo! Lo stinky tofu è un orgoglio taiwanese, uno street food nazionale che può tranquillamente essere considerato comfort food (per loro). Tutti lo elogiano, tutti lo mangiano, tutti lo cercano. Ma ragazze, allora perché non lo assaggiate?!

PUZZA, PUZZA DA FAR SVENIRE.

Lo stinky tofu è un tipo di tofu fermentato che viene venduto dai carretti lungo le strade nei night market; è praticamente impossibile trovarlo nei ristoranti. L’odore è talmente forte che ricorda quello dei calzini sporchi dimenticati nel borsone del basket per una settimana oppure quello di un formaggio lasciato ammuffire qualche anno in cantina.
Insomma, dopo quasi due mesi ancora non ci siamo abituate all’odore; se dovessimo riuscire ad assaggiare un pezzettino del nostro puzzolentissimo amico, te lo faremo senz’altro sapere!

Cosa aspettarsi: un vassoio di carta o una confezione di plastica con dei tocchi di tofu ricoperti da salsa piccante o di soia.


Anche la seconda parte del tour gastronomico in Taiwan finisce qui. Non sappiamo se ci sarà un terzo appuntamento di questo tipo ma sicuramente continueremo a parlare di questa terra misteriosa e affascinante che ci sta ospitando con affetto. Siamo curiose, però, di una cosa: proveresti lo stinky tofu? Faccelo sapere nei commenti!

Scrivici quando vuoi e seguici sui social! Stiamo scoprendo tante cose stupende e vogliamo condividerle con te!

  kmacolazione@gmail.com

  @kilometriacolazione

  Kilometri a Colazione

@kmacolazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *