Cosa vedere ad Assisi in un giorno


Europa, Italia / sabato, ottobre 14th, 2017

Ammetiamolo: a scuola tutti abbiamo odiato storia e religione! Le trovavamo noiose e inutili. Eppure, crescendo, le cose cambiano e tutto assume un significato diverso, in qualche modo unico.
Unico, sì.
Perché ognuno di noi riesce ad assimilare la storia, la religione, l’arte a modo proprio. E, secondo noi, è giusto così!

Abbiamo voluto fare questa breve premessa per introdurre una città che ci ha lasciato letteralmente a bocca aperta: ASSISI.
Caro viaggiatore, questo posto è sensazionale, emozionalmente fuori controllo! Ti avvolge con il suo silenzio e con la magia di tempi passati, ti lascia libero di vagare per trovare qualcosa che inesorabilmente stai cercando e ti assorbe come parte integrante del suo fascino.

Ma adesso basta con le riflessioni personali, passiamo alla nostra proposta di itinerario per visitare Assisi in un giorno!


24 ore ad Assisi per scoprire storia e religione

Assisi nasce come insediamento romano, in origine Asisium. Con il passare dei secoli finisce nelle mani dei Goti, dei Longobardi e, poi, durante il Medioevo diventa un comune indipendente grazie soprattutto alla presenza dei Benedettini. Ma è nel 1182 che la città verrà segnata a vita: nasce quello che poi sarà San Francesco d’Assisi.
Nel periodo delle Signorie, la città passa tra le mani dei Visconti, dei Montefeltro, di Fortebraccio e degli Sforza. Solo nel XVI secolo, Assisi viene posta sotto il controllo papale da Paolo III. Infine, nel XIX secolo, diventa parte integrante del neonato Stato italiano.

Oggi Assisi è una meta indiscussa di pellegrinaggio per il suo legame forte con San Francesco e Santa Chiara. Prima di iniziare la visita, ti consigliamo di parcheggiare la macchina al Mojano Parking; il prezzo giornaliero è di 12€ e si trova immediatamente sotto la prima tappa del nostro tour: la Basilica di Santa Chiara.


#1: BASILICA DI SANTA CHIARA

Assisi2017 (7)
Facciata della Basilica di Santa Chiara

Questo imponente edificio gotico, edificato circa nel 1260 sopra l’antico sito della Chiesa di San Giorgio, è facilmente riconoscibile grazie a grandi archi rampanti esterni posizionati per assorbire le spinte della volta interna. La basilica si affaccia su una grande piazza con una fontana nel mezzo e un panorama mozzafiato sulla campagna umbra. La facciata è molto semplice, a capanna, e nasconde una sola grande navata e una pianta a T. All’interno della basilica è custodito il Crocifisso che, secondo la leggenda, parlò a San Francesco.
Non perdere gli affreschi duecenteschi e trecenteschi che adornano l’interno del complesso e scendi le scale per visitare la cripta che custodisce le spoglie di Santa Chiara.

Assisi2017 (23)
Particolare della fontana nella piazza

#2: PIAZZA DEL COMUNE

Proseguendo dalla Basilica di Santa Chiara, si può raggiungere facilmente la Piazza del Comune. Di forma rettangolare, essa accoglie molti edifici di diverse epoche perfettamente in armonia tra di loro. La grande fontana con i leoni lascia subito spazio alla facciata di quello che in origine era il Tempio di Minerva, del I secolo. Puoi riconoscerlo per la presenza delle colonne corinzie ma devi sapere che, dal Medioevo, è una chiesa cristiana: la Chiesa di Santa Maria sopra Minerva. Vicino al tempio, si alza il Palazzo del Capitano del Popolo con la Torre Civica alta 47 metri. Questo palazzo è stato voluto dal Capitano Guido de’ Rossi da Firenze nel 1282 e ha subito un importante restauro nel 1926.

Assisi2017 (77)
Fontana della Piazza del Comune

#3: BASILICA PAPALE DI SAN FRANCESCO

San Francesco nasce ad Assisi nel 1182 e proprio qui decide di spogliarsi di tutti i beni materiali per vestirsi con il saio dei poveri e dedicare la sua vita alla preghiera. Fondatore dell’Ordine Monastico dei Francescani, è oggi il Santo Patrono Primario della Patria. La storia della basilica è strettamente collegata alla vita del santo: infatti, alla sua morte, Frate Elia in veste di suo successore decide di far costruire il primo nucleo di edifici in una zona posta all’estremità di Assisi. Il luogo scelto è il Colle dell’Inferno, chiamato così in passato perché era il luogo di impiccagione dei malfattori; tale colle, tuttavia, viene consacrato e benedetto da Papa Gregorio IX nel 1228, anno della santificazione di Francesco. Il complesso religioso è decisamente imponente, costituito da due chiese. La Chiesa Inferiore, costruita tra il 1228 e il 1230, presenta una croce a doppia T a cui si accede tramite un grande portale risalente al Quattrocento; all’interno è possibile ammirare affreschi di Giotto, Cimabue e Martini. La Chiesa Superiore, costruita tra il 1230 e il 1253, è caratterizzata invece da un portale gotico che lascia spazio a una grande navata dai soffitti molto alti (a differenza della Chiesa Inferiore); anche qui ci sono mille affreschi che lasciano senza fiato. La basilica comprende anche la cripta che custodisce la tomba di San Francesco, costruita nel 1818 (il sepolcro originario del santo era la Chiesa di San Giorgio, oggi Basilica di Santa Chiara); la semplicità della vita di Francesco è qui ribadita dal materiale della tomba, realizzata in pietra grezza. Un campanile romanico del 1239 completa l’enorme complesso religioso, orgoglio della città.

Assisi2017 (123)
Ingresso della Chiesa Inferiore
Assisi2017 (110)
Piazza della Chiesa Inferiore
Assisi2017 (109)
Vista dall’ingresso alla Chiesa Superiore

#4: MANGIARE LA TORTA AL TESTO

Se stai seguendo il tour di Assisi così come lo abbiamo scritto, adesso ti sarà venuta fame! Siamo in terra umbra e di certo il cibo non manca. Ti diremo la verità: non abbiamo consultato nessuna guida per trovare un posto dove mangiare, abbiamo soltanto camminato a zonzo come nostro solito! E stavolta abbiamo camminato davvero poco! Infatti, presa la stradina che esce dalla Piazza della Chiesa Inferiore, ti basterà qualche metro per ritrovarti su Piaggia di Porta San Pietro. Lasciando alle spalle la Basilica di San Francesco, sulla sinistra di questa via noterai sicuramente la scritta NORCINERIA. Eccoti arrivato! Si tratta di uno di quegli alimentari autonomi che danno la possibilità di assaggiare i prodotti in vendita. Salumi e formaggi umbri buonissimi e la tipica torta al testo saranno la pausa pranzo perfetta servita su un tagliere di legno! Noi abbiamo trovato che l’atmosfera rustica e genuina fosse assolutamente adatta alla città di Assisi e anche al palato!

#5: ABBAZIA DI SAN PIETRO

Scendendo ancora su Piaggia di Porta San Pietro, ti ritroverai velocemente in una piazza su cui affaccia l’Abbazia di San Pietro. Risalente al XII secolo, presenta una facciata priva del timpano, abbattuto nel 1832 a causa di danni provocati da un terremoto. L’interno è diviso in tre navate e presenta molti affreschi duecenteschi; molto interessante la cupola di conci aggettanti.

#6: CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE

Questa chiesa paleocristiana è stata la Cattedrale di Assisi fino al XI secolo. Il suo interno è ricco di affreschi del XIV e XV secolo che potrai ammirare lungo le tre navate. Dal 2017 è Santuario della Spoliazione: infatti, secondo dati storici, San Francesco si tolse le vesti per indossare il saio dei poveri proprio qui.

#7: DUOMO DI SAN RUFINO

Proseguendo verso il parcheggio, potrai raggiungere il Duomo di Assisi (di San Rufino). Questo edificio è stato costruito sull’antico foro romano di Asisium nel VIII secolo e successivamente ricostruito nell’anno Mille. Lo stile è quello romanico umbro, molto austero e imponente. La facciata presenta tre portali d’accesso a cui corrispondono tre rosoni. Qui è conservata la fonte battesimale dove dovrebbero essere stati battezzati San Francesco e Santa Chiara; proprio per questo motivo è una meta di pellegrinaggio molto frequentata.
Dalla piazza antistante il Duomo è possibile vedere la Rocca Maggiore che domina la città. Se non ti va di salire fino in cima per visitarla, puoi vederla abbastanza bene da qui. Forse di epoca longobarda e probabilmente costruita dagli Svevi come castello feudale, è disabitata dal 1600; oggi è totalmente visitabile.


Assisi2017 (35)
Vista sulla campagna umbra
Assisi2017 (144)
Vicoletto
Assisi2017 (154)
Vicoletto

Ecco dunque Assisi vista con i nostri occhi! Abbiamo creato un mini tour fattibile in un giorno che coinvolge anche qualche esperienza culinaria umbra! A proposito, se ti stai chiedendo dove poter prendere un buon caffè, la risposta è questa: Monnalisa! Un posticino bellissimo dove poter anche fare colazione (come riportato nella nostra pagina dedicata alle colazioni).

Allora…quando parti per Assisi?!

PS: se hai voglia di condividere con noi le emozioni che ti ha trasmesso questa città o se hai voglia di chiederci qualcosa in merito, lascia un commento! Saremo molto felici di risponderti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *